Piastre per capelli da sogno

Che vogliate un look sleek, delle onde morbide o dei ricci voluminosi, con le piastre di nuova generazione potete avere gli stili più cool in un batter d'occhio. Quale modello fa per voi? Scopritelo qui!

Piastre per capelli da sogno

Le nostre nonne si stiravano i capelli con il ferro da stiro. Per fortuna i tempi sono cambiati! Le piastre di oggi vengono sempre perfezionate e fanno in modo di non danneggiare le nostre tanto amate chiome. I migliori modelli hanno piastre di ceramica, involucro robusto, giuntura del cavo mobile, regolatore di temperatura e spegnimento automatico.  Grazie all'aggiunta della moderna tecnologia a ioni, inoltre, i capelli non si elettrizzano, il che gli dona una fantastica brillantezza.

Usare la piastra nel modo corretto

Donna con piastra

Il principio è semplice: i capelli vengono inseriti ciocca per ciocca nella piastra che scorre sulle lunghezze, e magari non dall'alto verso il basso, ma orizzontalmente di lato. Con questa tecnica non solo si ottiene più volume, ma si evitano anche effetti antiestetici. Importante: i capelli durante l'uso devono essere completamente asciutti, altrimenti potrebbero bruciarsi più di quanto riusciate a vedere. La cosa migliore è lavare i capelli il giorno prima, e la mattina piastrarli. 

Attenzione: caldo!

Dettaglio con piastra e capelli

Quale temperatura i vostri capelli possano sopportare dipende dalla loro struttura. I capelli sottili, tinti o strapazzati non dovrebbero superare una temperatura di 140°, mentre i capelli molto spessi o crespi possono arrivare anche a 190° (alcune piastre arrivano a 230°, tuttavia bisognerebbe evitare la temperatura massima se possibile). Su capelli sani e mediamente spessi si può usare una temperatura intermedia. In ogni caso quando si piastrano i capelli bisognerebbe usare uno spray termoprotettore, altrimenti ci si potrebbe ritrovare con capelli secchi, danneggiati e con doppie punte.

Formare dei ricci con la piastra

Donna con piastra

Quello che i professionisti fanno senza difficoltà, a casa all'inizio potrebbe non essere così facile. Ma, come ogni cosa nella vita, l'esperienza insegna, e presto potreste essere dei veri esperti della chioma con la piastra e d avere delle morbide beach wave, senza bigodini o ferro arricciante. Requisito importante: un modello stretto (2,5 - 5 cm) arrotondato. Procedete così:

  • dividere i capelli in ciocche e fermarle
  • sciogliere una ciocca dalla parte posteriore (più sottile è la ciocca, più ricciuto sarà il risultato)
  • mettere la piastra già riscaldata a circa cinque centimetri dall'attaccatura dei capelli
  • fare con la piastra un giro completo su se stessa
  • far scorrere la piastra lentamente ma in maniera continua sulla lunghezza dei capelli
  • La mano libera tiene tesa la ciocca di capelli
  • lavorare i capelli ciocca per ciocca, dalla nuca verso la fronte
  • i principianti dovrebbero iniziare a sperimentare da una temperatura bassa. In questo modo i ricci non dureranno moltissimo ma si eviterà di bruciare e spezzare i capelli

Se vi sembra troppa teoria, potete vedere qui un video che vi chiarirà le idee. 

I consigli più importanti

L'uso della piastra purtroppo per i capelli non è del tutto innocuo. Significa che avranno bisogno di cure extra. Una volta a settimana bisogna dedicare alla propria chioma una cura intensiva. Consiglio: molti parrucchieri si affidano all'olio di argan, ricco di vitamine. Inoltre è opportuno rinunciare ogni volta alla piastra per un paio di giorni. Inoltre anche la piastra richiede una cura costante: quando non si è ancora totalmente raffreddata bisogna pulirla con un panno di microfibra.

E adesso vi presentiamo le nostre piastre preferite:

Per lisciare e prendersi cura dei propri capelli allo stesso tempo: Carrera 534

Vedi l'offerta

Se questa non è un'innovazione! Questa piastra non solo regala una chioma lucente ed una pettinatura impeccabile, ma durante l'uso arricchisce i capelli di importanti proteine. Grazie alla tecnologia di ultima generazione, alle piastre di ceramica sono aggiunti olio di argan e cheratina, le cui molecole vengono rilasciate grazie al calore per depositarsi sui capelli. Grazie alla funzione "boost", questa Carrera 534 si riscalda in soli 30 secondi, e la temperatura può essere regolata in livelli da 10 gradi

Per regolare automaticamente la temperatura: Braun Satin Hair 7 SensoCare Styler

Vedi l'offerta

Anche questa piastra per capelli ha una tecnologia notevole: percepisce, infatti, se i capelli vengono surriscaldati. Degli speciali sensori nelle piastre di ceramica monitorano l'idratazione su ogni zona dei capelli e regolano la temperatura in maniera continua 20 volte al secondo. Sul display viene mostrato un segnale di avvertimento se la piastra scorre in maniera troppo lenta o troppo veloce sui capelli. Uno strumento utile è la possibilità di programmare il proprio profilo personale (ad esempio lunghezza dei capelli, spessore, colorazione). 

Pluripremiata: Cloud Nine Original Iron

  • Indicata per tutti i tipi e lunghezze di capelli
  • Doma anche i capelli più spessi
  • Rende i capelli molto lucenti
  • Con cappuccio resistente al calore per raffreddamento sicuro
  • Costosa
Vedi l'offerta

È vero che non è la più economica delle piastre, però è fra i topseller in tutto il mondo ed è molto amata anche dai professionisti. Anche al più basso dei 5 livelli (da 100 a 200 gradi), la "Cloud nine" liscia perfettamente i capelli o con un movimento crea dei selvaggi ricci. Un sensore di calore, controllato da microprocessore, impedisce che il calore eccessivo rovini i capelli. In particolare questo classico si è distinto per la sua capacità di dare lucentezza, raggiunta attraverso una particolare combinazione (mantenuta segreta) di principi attivi nelle piastre di ceramica.

Si riscalda in maniera veloce: Remington PROluxe S9100

Vedi l'offerta

Questo modello impiega esattamente 15 secondi per raggiungere la temperatura ottimale. Anche qui un sensore percepisce quando i capelli vengono riscaldati troppo e si regola di conseguenza. Attraverso il display digitale si può scegliere in dieci livelli la temperatura fra 150 e 230 gradi (ma quest'ultima non è consigliabile), ed inoltre la piastra ricorda le scelte dell'ultimo utilizzo. E per chi vuole andare sul sicuro, premendo il tasto "pro +", ci si assicura attraverso una temperatura di 185 gradi un trattamento delicato

Buon rapporto qualità-prezzo: Furiden 2 in 1

Vedi l'offerta

La piastra del marchio giovane "Furiden" non è ancora molto conosciuta, ma sembra destinata a diventarlo. E giustamente, perché per un prezzo relativamente basso offre un'ottima qualità e possibilità di realizzare tutti i tipi di styling che si desiderano. La piastra è molto comoda da tenere in mano, scorre in maniera molto facile sui capelli e, ruotando semplicemente il manico, si può impostare la temperatura desiderata. Il minimo di 120 gradi è indicato anche per i capelli molto sottili, e la temperatura massima di 230 gradi (anche qui sconsigliata) si raggiunge in soli 15 secondi.

Freddo invece di caldo: Inverse hair

  • Funziona senza cavi né corrente
  • Capelli perfettamente lisci
  • Dona idratazione
  • Rigenera la struttura dei capelli danneggiati
  • Risparmia l'utilizzo di costosi prodotti
  • Abbastanza costosa
  • Non può arricciare
Vedi l'offerta

Lo stile che arriva dal freddo: quello che il parrucchiere neozelandese David Roe ha scoperto è una vera rivoluzione. Infatti, il suo apparecchio funziona con il freddo al posto del caldo ed invece di una presa ha bisogno di un posto in freezer (si deve raffreddare per circa 3 ore per poi essere usato 30 minuti). La tecnologia brevettata ed assolutamente segreta "Ice Core" liscia i capelli, che siano spessi, sottili, strapazzati o colorati, in maniera delicata e donandogli una splendida lucentezza. Inoltre migliora la struttura dei capelli, dato che il freddo fa aprire le fibre di cheratina, attraverso le quali i capelli ricevono idratazione. L'innovazione, comunque, ha il suo prezzo, e "Inverse" non può creare ricci.