Le migliori diete alla prova

Quale dieta fa per me, quale vale la pena, quale è addirittura dannosa? Abbiamo esaminato nel dettaglio le diete più conosciute con il rinomato esperto di prevenzione dott. Ingo Froböse di Colonia.

1 - 5 dei 8
Modello
Vincitore del test
Dieta Dash: vita sana e dimagrimento rapido Dieta Dash: vita sana e dimagrimento rapido
Vincitore del rapporto qualità-prezzo
La dieta più antica del mondo: come usare il digiuno intermittente per incrementare salute e longevità La dieta più antica del mondo: come usare il digiuno intermittente per incrementare salute e longevità
La dieta Eat Clean, di Tosca Reno La dieta Eat Clean, di Tosca Reno
La dieta Fast 5/2 La dieta Fast 5/2
La dieta vegana: le migliori ricette e i consigli alimentari per vivere in salute e in forma, senza sacrifici La dieta vegana: le migliori ricette e i consigli alimentari per vivere in salute e in forma, senza sacrifici
Dieta chetogenica: le 77 migliori ricette per la dieta chetogenica Dieta chetogenica: le 77 migliori ricette per la dieta chetogenica
Paleo dieta per tutti. La nuova cucina dell'età della pietra. Godimento puro, dimagrimento sano. Paleo dieta per tutti. La nuova cucina dell'età della pietra. Godimento puro, dimagrimento sano.
La dieta Dukan La dieta Dukan
Valutazione 10 10- 10- 9 ½ 7- 6
Nel dettaglio
Principio della dieta Nel 2018 eletta per l'ottava volta dagli esperti della nutrizione ricetta più salutare del mondo. DASH sta per "Dietary Approaches to Stop Hypertension": gli approcci nutritivi per fermare l'ipertensione. Con il digiuno intermittente si digiuna ogni giorno. Significa che per 8 ore al giorno si può mangiare, e per le restanti 16 no. Attraverso le lunghe pause il metabolismo impara a consumare le riserve e non la massa muscolare. Mangiare alimenti il più possibile genuini, naturali e non lavorati. Sono da preferire quelli stagionali e regionali. Un'altra regola è fare 6 piccoli pasti al giorno, e combinare in ognuno proteine e carboidrati. Per due giorni a settimana si rispetta una rigida dieta e si assumono solo 650 calorie, per gli altri 5 giorni si può mangiare ciò che si vuole. Un'alimentazione di circa 2000 kcal funge da valore indicativo. Evitare qualsiasi forma di derivato animale è più uno stile di vita che una dieta. Un effetto collaterale, spesso, è la perdita di peso. Sempre che si assumano solo cibi vegani salutari. Delle patatine, ad esempio, sono vegane ma sicuramente da non includere in una dieta. A causa della mancanza di carboidrati, il corpo usa i grassi come fonte di energia. Questo processo di chiama chetosi. L'idea è quella di mangiare come nell'età della pietra, cibi il più possibile naturali, crudi e non lavorati. Una forma di dieta low-carb composta da 4 fasi. Nella prima fase si assumono solo proteine, nelle altre tre sono permessi più cibi.
Cosa c'è sul programma alimentare? Molta frutta e verdura, carne magra, cereali integrali, pesce, alimenti ricchi di proteine come fagioli, lenticchie, prodotti di soia, latticini poveri di grassi. Viene consigliato di mangiare nella maniera più salutare possibile per le 8 ore. Non c'è niente di vietato. Frutta e verdura fresche, insalata, pesce e prodotti integrali. Durante i due giorni di (semi)digiuno si mangiano molte verdure, frutta, una buona porzione di proteine e si bevono molta acqua e molto te non zuccherato. Per i restanti 5 giorni non ci sono indicazioni concrete. Frutta, verdura, patate, riso, pasta, fonti proteiche come frutta secca, tofu, fonti di grassi buoni come avocado, semi, olio di lino. Pesci grassi, carne, salumi, uova, latticini, tofu. E poche verdure ricche di carboidrati come zucchine, cetrioli, broccoli. Carne, soprattutto selvatica, pesce, frutti di mare, uova, frutta, verdura, funghi, noci, miele. All'inizio solo alimenti ricchi di proteine come carne, pesce, frutti di mare, oltre a 1-2 cucchiai di avena al giorno (ad esempio nello yogurt), dopo una settimana si aggiungono anche alcune verdure, come pomodori, spinaci, peperoni, e dopo anche un po' di frutta.
Cosa è vietato? Alcol, grassi animali, sale (viene sostituito da spezie ed erbe), zucchero e dolci solo in piccole quantità. Nelle 16 ore di digiuno tutto tranne acqua a te. Fastfood, cibi pronti e tutto ciò che contiene zucchero, dolcificanti, coloranti, aromi ed esaltatori di sapori. Durante i due giorni di (semi)digiuno i carboidrati come pane e pasta. Durante i restanti 5 giorni niente, ma si consiglia di evitare il cibo spazzatura. Carne, pesce e qualsiasi derivato animale come latte, formaggio, uova. Pasta, pane, riso, radici, dolci e frutta. Cibi "moderni" come pane, pasta, prodotti pronti, zucchero,ma anche latticini, dato che prima i cacciatori non avevano animali da mungere. Carboidrati come pasta, pane, e frutta ricca di zuccheri come banane e uva.
Chi l'ha sviluppata? Basata sulla dieta mediterranea; è stata sviluppata negli anni 90 da un gruppo di studiosi della nutrizione americani come mezzo contro la pressione alta. Un gruppo di zoologi americani ne ha scoperto gli effetti salutari. Il medico e giornalista medico britannico Dr. Michael Mosley ne ha sviluppato una versione per l'uomo. Questo metodo esiste in più varianti. Nonostante l'idea non sia nuova, un'esperta di alimentazione americana, Tosca Reno, ha provocato un boom della dieta Eat Clean grazie al suo bestseller. Vedi dieta del digiuno intermittente. L'atleta americano Brendan Brazier ha stupito molti sportivi con la sua Thrive Diet per l'alimentazione vegana. Sviluppata già nel 1911 da due pediatri francesi per la cura dell'epilessia. Come programma dimagrante questa dieta estrema low-carb è diventata famosa negli anni 70 grazie al cardiologo statunitense Robert Atkins. Negli anni 90 molti sportivi hanno scoperto gli effetti della chetosi sulle proprie prestazioni. Il concetto di dieta dell'età della pietra è stato coniato alla metà degli anni 70 dal gastroenterologo americano Walter L. Voegtlin per dimostrare che l'uomo è carnivoro,e non onnivoro. Nel 2002 il pensiero è stato ripreso dal ricercatore americano Loren Cordain che ebbe molto successo con il libro sulla paleo dieta. Il medico e studioso di nutrizione francese Pierre Dukan la sviluppò già nel 1975, ma l'hanno diffusa nel 2000 dei nutrizionisti.
Fan vip Natalie Portman Nicole Kidman, Miranda Kerr Nina Hagen, Jessica Alba. Hugh Jackman, Jennifer Lopez Woody Harrelson, Alicia Silverstone. Halle Berry, Megan Fox Matthew McConaughey, Miley Cyrus. Kate Middleton, Penelope Cruz, Jennifer Lopez.
Link correlati http://www.dietadash.it/ https://www.obesita.org/il-digiuno-intermittente/ www.eatcleandiet.com http://www.ladietafast.it/ https://www.vegolosi.it/come-cucinare-guide-pratiche/alimentazione-vegana-quello-che-ce-da-sapere/ https://www.my-personaltrainer.it/dieta_chetogenica.htm https://dietapaleo.it/ http://www.dietadukan.it/?eprivacy=1
Diete simili Dieta mediterranea Dieta 5:2 - Dieta del digiuno intermittente. Nessuna. Dieta Atkins - Tutte le varianti low-carb.
Fattore di successo
Promessa di dimagrimento 1 kg a settimana. 1 kg a settimana 1 kg settimana 0,5 kg a settimana per le donne, per gli uomini un po' di più. Fino a 4 kg in una settimana. Fino a 3 kg a settimana. 7 kg in 30 giorni. 2-3 kg nella fase dei primi 7 giorni; la fase successiva dura finché non si è raggiunto il peso desiderato (circa altri 3 kg in 100 giorni).
Effetti sulla salute Ha lo stesso effetto dei medicinali contro l'ipertensione. Le pause dall'alimentazione, soprattutto di notte, permettono al programma di rigenerazione naturale di agire indisturbato nel nostro corpo quando la digestione riposa. I pasti, altrimenti, confonderebbero il metabolismo. Gli esperti incoraggiano il trend alimentare sano e genuino. Ma il fatto che la dieta Eat Clean aiuti contro i mal di testa e migliori l'aspetto della pelle, che molti fan hanno notato, non è provato scientificamente. Il corpo non è stressato dalla fame; gli esperti ritengono che protegga dal diabete di tipo 2, favorisca il corpo durante le terapie contro il cancro e probabilmente allevi anche reumatismi e depressione. Il problema è che si può incorrere in una carenza di sostanze nutritive come le vitamine B12, B2 , vitamina D, proteine, calcio, iodio, ecc. Queste mancanze si possono colmare con alimenti come noci, avena, quinoa o con integratori alimentari come ad es. di vitamina B12. Grazie alla chetosi il cervello ha più energia a disposizione, lavora in maniera più produttiva. Negli sportivi migliora la resistenza. Ma gli esperti avvertono: una dieta ricca di grassi può portare alla sedimentazione nei vasi sanguigni. Inoltre si produce più acido urico e quindi il rischio di gotta. Altri effetti collaterali: stitichezza, alitosi, spossatezza. L'elevato consumo di proteine potrebbe portare, a lungo andare, a problemi come gotta, calcoli renali e arteriosclerosi. Una dieta molto unilaterale. Attraverso la mancanza di frutta e verdura non si hanno vitamine. Viene considerata da molti esperti dannosa.
Durata della dieta Almeno 8 settimane. Almeno 7 settimane. A lungo termine, è più una filosofia complessiva che una dieta. Qualche mese. La maggior parte dei piani alimentari sono di 14-30 giorni. 3-4 settimane. Per info: la chetosi si manifesta dopo 7 giorni. Almeno 30 giorni. Almeno 6 mesi
Comprende il movimento? No, ma sarebbe indicato per abbassare la pressione. No, ma darebbe un'ulteriore spinta al metabolismo. No. No, ma potrebbe dare un'ulteriore spinta al metabolismo. No. No, ma è molto diffusa fra gli sportivi. No. No.
Studi Studiosi americani hanno rilevato che la dieta Dash non abbassa solo la pressione ma anche la mortalità: dopo 8 anni del 7%, dopo 16 anni del 15%. La ricercatrice statunitense Courtney Peterson ha condotto un piccolo studio che dimostra che in alcuni soggetti la pressione si abbassa di 10-11 punti. Invece i valori del colesterolo non si abbassano. Finora non ci sono studi sulla dieta Eat Clean, ma si riconoscono gli effetti positivi dei singoli componenti dell'alimentazione. Ad esempio molta frutta e verdura abbassano il rischio di ictus e pressione alta. E la rinuncia agli additivi come il fosfato diminuisce il rischio di malattie al sistema cardiocircolatorio. Uno studio statunitense mostra: 1. il digiuno intermittente si tollera meglio di una dieta tradizionale. 2. si consumano più grassi nell'addome. 3. i valori di grassi nel sangue migliora.La nutrizionista Krista Varady ha rilevato in una ricerca una perdita di peso fra 5 e 15 kg in due mesi. Secondo alcuni studi ogni anno morirebbero 8,1 milioni di persone a causa di una dieta vegana. Studi dimostrano inoltre che la mancanza di prodotti animali porterebbe alla perdita di peso, a migliori pressione sanguigna e valori di grassi nel sangue. Perciò un'alimentazione vegana è indicata come terapia di diverse malattie croniche, come i reumatismi. Gli studi dimostrano gli effetti: la dieta rallenta la crescita dei tumori in caso di cancro, ha effetti positivi sul diabete di tipo 2 e sull'epilessia. I cosiddetti corpi chetonici aiutano a rigenerare le cellule indebolite del cervello e possono aiutare i pazienti affetti da demenza. Finora non ci sono studi completi. Ma una serie di piccoli studi dimostra che il livello di zuccheri nel sangue è migliorato, la pressione è diminuita, così come il rischio di malattie cardiovascolari. Anche il colesterolo diminuisce in media del 16%. Inoltre si riduce il girovita, quasi del doppio rispetto alla dieta mediterranea. Low-carb batte low-fat, almeno per poco tempo. In uno studio di 8 settimane i soggetti hanno perso 3.5 kg in più rispetto alle diete low-fat. Ma i vantaggi si sono visti dopo circa 2 anni, dopo i quali i soggetti di entrambi i gruppi hanno perso in media 7 kg. Gli studiosi americani, tuttavia, sostengono che le diete low-carb possono diminuire le aspettative di vita a causa del grande consumo di proteine animali e grassi.
Realizzabilità nella quotidianità
Costo Non più costosa dell'alimentazione tradizionale. Non più costosa dell'alimentazione tradizionale. Non più costosa dell'alimentazione tradizionale, sempre che si scelgano alimenti bio. Non più costoso di un'alimentazione tradizionale. I costi di molti prodotti sostitutivi, come ad es. il latte di soia, sono chiaramente più alti del normale. Tuttavia si risparmiano i costi di carne e pesce. La spesa diventa più cara per l'aumento di carne e pesce. Alto, perché la dieta prevede solo molta carne e prodotti freschi. Il costo della spesa aumenta a causa della quantità di carne e pesce.
In conclusione
Giudizio del Dott. Ingo Froböse "Questa dieta è la più equilibrata e i suoi effetti sono dimostrati da molti studi". "Concedere al corpo e agli organi una pausa è molto utile. Anche io lo faccio di tanto in tanto e salto, ad esempio, il pranzo. Però con lo scopo di disintossicarmi, più che di perdere peso." "L'idea di fare attenzione alla naturalezza dei cibi mi piace molto. Ma mangiare 6 volte al giorno lo trovo pesante, il corpo ha bisogno di pause". "0.5 kg a settimana sono una perdita realistica. Ma è molto difficile assumere per due giorni solo 650 calorie e richiede molta disciplina". "Attraverso la sola sostituzione di alcuni alimenti non si perde peso, bisogna ridurre le calorie. È assolutamente irrealistico perdere 4 kg a settimana. C'è bisogno di un buon piano per fornire al corpo tutti i nutrienti di cui ha bisogno". "Questa dieta estrema low-carb non è adatta ad un periodo prolungato, ma può ad esempio aiutare gli sportivi del triathlon a migliorare le proprie prestazioni". "Non è attuale, la nostra genetica è cambiata, e prodotti crudi e non lavorati possono essere processati non senza problemi di digestione". "Molto orientata verso le proteine, ci sono poche frutta e verdura. Per questo dal punto di vista della salute non la consiglierei assolutamente".
Indicato per Tutte le persone che soffrono di pressione alta. Tutti, tranne donne in attesa, donne che allattano, bambini e ragazzi. Amata soprattutto dalle donne giovani. Ci sono innumerevoli blog che testimoniano le esperienze. Persone attente alla salute che a volte esagerano un po' a tavola ma che si sanno comunque imporre disciplina. Persone che già mangiano poca carne e vogliono provare gli effetti di questo stile di vita. Solo per gli sportivi estremamente costanti. Persone che sono disposte a cambiare radicalmente la propria alimentazione e a sopportare un aumento dei costi della spesa. Persone a cui piace la carne.